Onore

nessun commento

Quando ho ascoltato questa frase sono rimasto subito incuriosito ma sopratutto barcollante dalla semplicità di un’affermazione tanto chiara quanto piena di significati destabilizzanti: “Ispirarsi all’eccellenza”. Eh si amici miei, stabilizzante, poichè per me non è mica facile capire cosa vuol dire eccellenza ? può essere tutto e niente…anche il niente se ci pensate bene è l’eccellenza.

Cavoli che inizio contorto che ho fatto, e non vedevo l’ora di scrivervi, perchè oggi pomeriggio in mezzo ad un vero delirio ed in una situazione che presentava più insidie che opportunità si è chiuso un altro cerchio dei miei pensieri notturni. Forza forza ora mi sblocco con le parole e spero capiate qualcosa anche voi. Cerchiamo di fare ordine, ed un bel punto di partenza è una frase che ultimamente circola tra i mass media: ” Ciò che ci rende davvero unici sono le nostre scelte”

Frase che ha iniziato a stabilizzare la mia ispirazione di questa sera…che fondamentalmente è stata una scelta, una scelta che non so se avrei fatto se Lorenzo non mi fosse stato di aiuto proprio nel momento in cui mi ha visto in difficoltà. Lui in un nano secondo ha scelto di aiutarmi e si è reso unico nei miei confronti poichè aveva dei buoni motivi per non farlo ed invece ha scelto di essere eccellente ed anche io in un nano secondo ho scelto di scrivere
questa voglia di essere unico.

In verità “rimuginando” la cosa , unico verbo estratto dal vocabolario marchigiano che rende perfettamente l’idea, la direzione dell’eccellenza si ispira spesso alla ricerca della felicità che tutti cercano e pochi raggiungono. Così finisce il finale del film “L’ultimo dei Samurai” dove l’imperatore chiede: “Come è morto?”, e l’americano risponde: “Non vi dirò come è morto ma come è vissuto” . Non so se è la frase corretta ma il senso c’è tutto…e tutto è immerso in un altro concetto che non solo è destabilizzante ma è pure importante; credo sia una parola che espire un valore puro che pochi possono contestare. L’Onore.

Ecco che cosa ho visto nell’azione di Lorenzo , un uomo d’onore. Onore, sono affascinato da esso e dalla sua interpretazione moderna che però deve preservare la sua vera indole e verità.

Ne rimase solo uno e tutti si inchinarono alla sua voglia di combattere di andare avanti fino alla fine per morire con onore e vedere tutti i fiori fioriti perfetti. La scrittura delle strofe che completano la poesia della nostra vita possono essere molto difficili se non vogliamo parlare con noi stessi e
dimentichiamo ciò che siamo e da dove veniamo.

Siamo speciali ed abbiamo vicino persone uniche se capiamo e non rinneghiamo l’unicità che c’è in noi e per la paura di rimanere soli oscuriamo tutto. L’abitudine ci inganna, ci vizia e ci rallenta e copre troppo ciò che vogliamo. Quando poi la natura ti trasforma e colpisce, la strategia crolla anche di
fronte a poche parole in musica che ti riempono e ti combattono con onore.

La spada entra dentro e ferisce velocemente e ti dissangua se non ti liberi la mente da tutto e tutti; lasciando solo chi sei fino all’ultimo respiro.

Quando tutto è perfetto, ecco che cosa è la felicità le perfezione e la purezza di un momento che può trasportarti molto più in alto di quanto immagini.
Barcolli non ti rendi subito conto, ti giri intorno per sincerarti che sia tutto vero e che tu sei li e non stai sognando.

C’è una lista limpida che ti si propone come un fiume in piena, ed uno ad uno senza tregua lì ringrazi tutti e li accomagni con una piccola frase. Ci parli anche se non ci sono, ma sei convinto che loro ti stiano ascoltando e quasi quasi stanno aspettando solo questo momento. Spero tu mi stia ascoltando Lorenzo poichè tu oggi mi hai aiutato due volte.

La prima quando ero in difficoltà la seconda quando mi hai dato il coraggio di prendere la decisione che questa sera mi rende felice. Vi lascio amici miei con un altro dono. Non so cosa sia successo questa sera…ma non me lo lascio sfuggire, è una delle frasi che accompagnano gli ormai prossimi giochi olimpici che dice:

“Se non puoi vincere abbastanza, non meriti di vincere” – “If you can’t win fairly, you don’t deserve to win”

Buona Notte
Riccardo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.