Partenza…Silenzio…

One comment

Ciao a tutti, bentornati nelle mie scritture e nelle vostre letture. Diversi mesi fa vi avevo annunciato il mio “pronti” con le anticipazioni della “gara” alla quale avevo deciso di partecipare, una sfida che aveva più il sapore di una rivoluzione, ed in effetti la mia decisione per molti è stata inaspettata ed improvvisa. Il mio blog, come sanno bene i visitatori più longevi si alimenta da episodi ed esperienze che hanno un filo comune e che percorrono la mia vita; è giunto il momento di mettere un altro mattoncino a questo piccolo diario di pensieri: la partenza. Se questi giorni state seguendo i Campionati del Mondo di Atletica Leggera avrete notato che l’essenza della maggiorparte delle gare è questo protocollo , classico ed ormai automatizzato dagli atleti, ma che tutti devono seguire ed ascoltare, sempre, ogni volta: pronti, partenza, via.

E’ una sequenza che dura un paio di secondi al massimo, ma che detta delle regole ben precise, pena la squalifica, ma che allo stesso tempo, se seguite attentamente, sono l’antipasto di momenti di gloria unici ed irripetibili. Voglio parlarvi di questa fase , la partenza, che per me è la più difficile ed anche la più complicata da gestire, poichè spesso gli errori sono proprio in questo momento. E’ una frazione di pochi secondi ma se giochiamo un po’ con la mente, è come se il tempo si fermasse in eterno ed in questo punto tutto, proprio tutto, come un film alla velocità x1000, scorre davanti agli occhi virtuali del nostro pensiero. E’ un’esperienza ben chiara, pensateci, anche se non siete sportivi, se qualcuno vi chiede: siete pronti ? istintivamente spesso la risposta è si. Poi arriva la partenza …ed allora lì c’è (a me è capitato spesso con i bambini quando insegnavo a scuola) …aspetta aspetta aspetta…a volte vieni ascoltato e ti aspettano altre volte è tutto troppo veloce e devi partire.

In questo periodo io sono proprio in mezzo a questa clip temporale che magari tra qualche mese, anno scorrerà velocissima ma ora è quel momento che sono lì suoi blocchi, il giudice ha la pistola in mano (ogni riferimento è puramente casuale) , la alza e ti dice…PARTENZA e tu ti devi alzare. Vorresti partire subito, ma no….non lo puoi fare devi aspettare, vorresti ritornare indietro, ma no….non lo puoi fare devi correre, vorresti esprimere il tuo ultimo desiderio, ma no….non lo puoi fare perchè tutti ti stanno guardando in religioso silenzio.

Eccolo quà il silenzio, che per non farci mancare nulla è un fantastico catalizzatore metabolico (aumenta di brutto la velocità del film) dei pensieri. La domanda che potrebbe sorgere spontanea ad alcuni di voi potrebbe essere: allora che fai in questo silenzio ? Risposta: LO ASCOLTI !!! Fatto. Ve la butto là così com’è perchè in fondo è così. Il silenzio, che da fuori alla vista del pubblico, può durare pochi secondi ma dall’ altra parte spesso è eterno e pieno di momenti più o meno gestibili. Il silenzio ed il film della tua vita si possono combattere (…aspetta…aspetta…aspetta, ricordate i bambini) ma prima o poi perdi, fai errori e perdi il controllo, allora forse meglio ascoltarli e notare che dopo un pò di imbarazzo, più o meno lungo (non siamo tutti uguali) questo silenzio ti entra e ti aiuta.

Questa storia è venuta fuori anche in altre occasioni, quando vi parlavo della Marathon des Sables, ma oggi forse esprimo una sfumatura che mi piace e che voglio condividere con voi. A volte abbiamo il nervosisimo di partire perchè siamo pronti e vogliamo arrivare, ma ci sono delle regole che forse sono proprio fatte a posta che determinano un passaggio intermedio dove sei SOLO TU con il SILENZIO e tutto il pubblico li ad aspettarti. La situazione può essere molto scomoda, ma per me è quella che determina il risultato. Quanto tempo “virtuale” controlliamo e quanto siamo veloci ed attenti ad ascoltare tutto quel silenzio in questo momento della partenza…dopo il pronti e prima del via per me determina quel gusto , quella voglia , quella fantastica soddisfazione e botta di energia che arriva al via e la gara inizia. Il pubblico si scatena, c’è un gran casino, finalmente non pensi più ma lucido, determinato e felice hai solo ben presente l’obiettivo … di FARCELA E DI GODERTI QUESTO FANTASTICO MOMENTO. Pochi secondi….PRONTI, PARTENZA E….alla prossima amici miei. Buon Ferragosto

1 comments on “Partenza…Silenzio…”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.